La corteccia di 572 specie di alberi distribuiti globalmente sono state analizzate per il loro spessore, per capire se esiste un legame tra l’adattamento degli alberi e gli incendi. I risultati pubblicati su Ecology Letters mostrano che in aree frequentemente soggette a incendi gli alberi presentano corteccia più spessa. Utilizzando inoltre modelli relativi alla distribuzione delle specie è stato possibile valutare la vulnerabilità delle aree in diverse condizioni climatiche e di incendi future. Le foreste subtropicali sono risultate particolarmente vulnerabili, mentre le foreste stagionali e le savane più resistenti agli incendi. Gli autori suggeriscono quindi che quest’indicatore possa essere utilizzato per valutare la vulnerabilità agli incendi delle comunità vegetali.

Annunci